cerca nel sito  
Pagine totali visitate:
75069358
Pagine viste oggi:
17752
Utenti online:
13
CENTRO STUDI SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
Disaster Lab - Università Politecnica Marche
Previsioni Meteo Personalizzate
REPORT WEB-TV - OBIETTIVO SICUREZZA
Scopri la rivista 2LA
ENTRA IN ASSODIMA
SCOPRI I CORSI ED ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
SCOPRI IL SIPEM !!!
ENTRA IN GRUPPO FACEBOOK SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
www.pietrangeli.net
SPC NEWS - Newsletter di Sistema Protezione CIvile
Scopri i corsi per te !!!
UN-ISDR
SALA OPERATIVA MISERICORDIE
BIGLIETTO  D'INGRESSO
Imparare giocando ! Il rischio alluvioni
Username:

Password:

accedi
ENTRA A SCOPRIRE L'INSFO
METEO NEL MONDO
TERREMOTI NEL MONDO
SPC Flash - Scopri le ultime novità !!!
SCOPRI I CORSI E LE ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
Onda Selvaggia
PIAZZON - LAVORI IN QUOTA
ENTRA AL REAS 2017 !!!
At Pro...vieni a scoprirci!
Entra in sicurezza!!!
SCOPRI CIVILINO !!!
ISTITUTO ITALIANO DI RESILIENZA

Cerca fra gli articoli di questa categoria

cerca nel sito  

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 22 Ottobre 2015 alle 08:39:57

Allerta rossa e arancione sulla Puglia centro-meridionale per il giorno 22 ottobre 2015

fonte: regione Puglia

Una perturbazione che investirà le estreme regioni meridionali a partire dal pomeriggio di oggi sarà responsabile di condizioni di spiccata instabilità sulla Puglia, e in particolare sulla parte centro-meridionale, dove sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati, puntualmente molto elevati. Sul resto della regione previste precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Previsti su tutta la regione venti da forti a burrasca, con rinforzi di burrasca forte, dai quadranti settentrionali, e locali mareggiate sulle coste esposte.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 16 Dicembre 2014 alle 12:13:43

Rifinanziato il fondo per le emergenze nazionali

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che stanzia 56 milioni di euro

fonte: DPC

Per il 2014 il Fondo per le emergenze nazionali è stato rifinanziato con 56 milioni di euro. Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 12 dicembre, ha infatti approvato un decreto legge in materia di proroga dei termini di pagamento Imu per i terreni agricoli montani e di rifinanziamento per spese urgenti. Il Consiglio dei Ministri ha inoltre deliberato lo stato di emergenza per il maltempo che ha colpito le province di Grosseto, Livorno, Massa Carrara e Pisa dall’11 al 14 ottobre 2014, le province di Lucca e Massa Carrara dal 5 al 7 novembre 2014, e le Province di Torino, Alessandria, Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli dal 12 al 14 ottobre, il 4 e 5, l’11 e 12 e il 14 novembre 2014.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 26 Novembre 2014 alle 07:30:25

Numeri solidali: siglato il protocollo tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori

fonte: DPC

Il Dipartimento della Protezione Civile, gli operatori della telefonia e della comunicazione hanno formalizzato il protocollo d’intesa per l’attivazione e la diffusione dei numeri solidali per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni colpite da calamità naturali. Grazie a questo protocollo – cui aderiscono, senza fini di lucro, Rai, SKY Italia, Mediaset, La7, RCS, Telecom Italia, Vodafone, Wind, Fastweb, H3G, Tiscali, Noverca, COOP, Postemobile, TWT, Uno Communications e Cloud Italia -, a seguito di una emergenza sarà possibile per gli operatori della telefonia rendere disponibile nel più breve tempo possibile i numeri di telefono per le donazioni, e per gli operatori della comunicazione darne diffusione con la massima tempestività.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 18 Novembre 2014 alle 15:11:51

Viabilità Italia: al via il piano neve 2014-2015

Le misure sono disponibili sul sito del Ministero dell’Interno e della Polizia di Stato

fonte: DPC

È operativo da oggi [14.11.14] il piano di Viabilità Italia per la stagione invernale 2014-2015. Le misure – disponibili sul sito del Ministero dell’Interno e della Polizia di Stato – mirano ad una gestione efficace della viabilità nella stagione invernale e delle eventuali emergenze causate da precipitazioni nevose.

Il Piano contiene:
- la mappatura aggiornata delle aree e dei nodi della rete autostradale più esposti a criticità legate alle precipitazioni nevose;
- le tratte autostradali e le aree di stoccaggio - interne o esterne all’autostrada - per il fermo temporaneo dei mezzi pesanti con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t. (per evitare il rischio di intraversamento con conseguente blocco del traffico);
- le Linee guida per la gestione coordinata delle emergenze invernali su aree geografiche vaste che interessano più concessionarie autostradali;
- le azioni di competenza di tutti gli attori: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; Dipartimento dei Vigili del Fuoco; Comitati Operativi per la Viabilità delle Prefetture; Dipartimento della Protezione Civile; Polizia Stradale; Arma dei Carabinieri; Polizia Ferroviaria; Anas; Concessionarie autostradali; Ferrovie dello Stato Italiane; Struttura di Vigilanza sulle Concessioni Autostradali; Unione delle Province d’Italia; Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 01 Luglio 2014 alle 16:08:44

Stromboli: resta elevata la criticità

Il Dipartimento mantiene attiva la vigilanza sullo Stromboli attraverso i suoi Centri di Competenza

fonte: DPC

Sullo Stromboli, prosegue l’intensa attività vulcanica iniziata il 29 giugno. Alle 9.23 di oggi, 1 luglio, i sistemi di monitoraggio e sorveglianza dei Centri di Competenza del Dipartimento hanno registrato un evento franoso, originato dal crollo del margine esterno del cratere di nord-est, che ha prodotto il rotolamento di materiale roccioso lungo la Sciara del Fuoco e la formazione di una piccola nube di cenere. L'evento è stato seguito da una fase di intenso degassamento con emissione di brandelli di lava, a debole altezza, e da una nuova emissione lavica che si riversa lungo la Sciara del Fuoco.Sulla base delle informazioni e degli aggiornamenti disponibili, il Centro Funzionale Centrale per il Rischio Vulcanico del Dipartimento della Protezione Civile ha emesso, anche per la giornata di oggi, un bollettino di vigilanza con “criticità elevata”. Il Centro Funzionale Centrale Rischio Vulcanico del Dipartimento mantiene attiva la vigilanza attraverso i Centri di Competenza preposti al monitoraggio e alla sorveglianza dei vulcani italiani - INGV e Università di Firenze.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 18 Giugno 2014 alle 09:35:16

Maltempo: prosegue allerta per forti temporali

Criticità arancione sulle Marche

fonte: DPC

Il persistere di un’area ciclonica sull’Italia mantiene attive condizioni di spiccata instabilità, con un’attività temporalesca anche intensa che tra oggi e domani interesserà ancora parte delle regioni centrali, della Puglia e dell’Emilia-Romagna. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diffuso nella giornata di lunedì 15 giugno. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it) L’avviso meteo prevede, dal pomeriggio di oggi, 17 giugno, il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Puglia. Attese, inoltre, dalle prime ore di domani, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Emilia-Romagna e Marche. Su tutte le regioni, i fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 19 Maggio 2014 alle 09:02:45

Consiglio dei Ministri: delibere e proroghe di stati di emergenza

Deliberato anche l’avvio della procedura per l’esame e l’approvazione del progetto di trasferimento della Concordia

fonte: DPC

Il Consiglio dei Ministri riunito oggi a Palazzo Chigi ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza per il maltempo che ha colpito il Veneto il 30 gennaio e il 18 febbraio 2014. Il Consiglio ha inoltre deciso di prorogare di 180 giorni la durata degli stati di emergenza già dichiarati per gli eccezionali eventi meteorologici del 7 e 8 ottobre 2013 nei Comuni di Ginosa , Castellaneta, Palagianello e Laterza in Provincia di Taranto, del 20, 21 e 24 ottobre 2013 in Toscana e per l’alluvione in Sardegna di novembre 2013. Il tutto per consentire di completare le attività messe in campo per superare le varie criticità causate dagli eventi meteo avversi.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 12 Febbraio 2014 alle 09:24:14

STATO EMERGENZIALE PER LE FORTI NEVICATE FINO A TUTTO LUNEDI' NEL NORD EST, RISCHIO ALTO DI VALANGHE DA MARTEDI' FINO AL PROSSIMO FINE SETTIMANA

Permane lo stato di allerta per le nevicate in atto e la forte perturbazione sulle Alpi Giulie e Carniche ma da mercoledì, complice il miglioramento meteo, aumentano i rischi per i frequentatori della montagna

fonte: CFS



Mentre il centro sud è stato interessato da perturbazioni a carattere temporalescoparticolarmente violente e prolungate, nelle regioni del nord ed in particolare in tutto il nord est, sono in atto precipitazioni nevose, specialmente sopra i 1200 metri e, localmente, anche di forte intensità.
I settori maggiormente interessati sono quelli Dolomitici e le Alpi Giulie e Carniche, dove nelle ultime ore è stato intenso il quantitativo di neve fresca che si è posato sul manto già presente creando una situazione di instabilità forte, specialmente a causa delle piogge in atto e previste anche nelle prossime ore. Lo spessore di neve fresca che si sta posando và dai 60 ai 140 centimetri che si sommerà agli oltre 2 metri già presenti: la situazione è di grave instabilità ed il pericolo valanghe è nelle zone segnalate da FORTE a MOLTO FORTE (Grado 5).

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 04 Febbraio 2014 alle 10:44:43

METEOMONT: STATO EMERGENZIALE PER LE FORTI NEVICATE

Permane lo stato di allerta per le nevicate in atto e la forte perturbazione sulle Alpi Giulie e Carniche ma da mercoledì, complice il miglioramento meteo, aumentano i rischi per i frequentatori della montagna

fonte: CFS



Mentre il centro sud è stato interessato da perturbazioni a carattere temporalesco particolarmente violente e prolungate, nelle regioni del nord ed in particolare in tutto il nord est, sono in atto precipitazioni nevose, specialmente sopra i 1200 metri e, localmente, anche di forte intensità. I settori maggiormente interessati sono quelli Dolomitici e le Alpi Giulie e Carniche, dove nelle ultime ore è stato intenso il quantitativo di neve fresca che si è posato sul manto già presente creando una situazione di instabilità forte, specialmente a causa delle piogge in atto e previste anche nelle prossime ore. Lo spessore di neve fresca che si sta posando và dai 60 ai 140 centimetri che si sommerà agli oltre 2 metri già presenti: la situazione è di grave instabilità ed il pericolo valanghe è nelle zone segnalate da FORTE a MOLTO FORTE (Grado 5).

allegatiProtezione Civile » Comunicati Ufficiali, 04 Febbraio 2014 alle 10:23:36

Volontari di protezione civile: le nuove disposizioni sul controllo sanitario

Modificato e sostituito l’allegato 3 al decreto del Capo del Dipartimento del 12 gennaio 2012

fonte: DPC


Sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale, con decreto del Capo Dipartimento Franco Gabrielli, le nuove disposizioni per il controllo sanitario dei volontari di protezione civile.  Il decreto modifica e sostituisce l’allegato 3 al decreto del 12 gennaio 2012, la cui applicazione aveva incontrato ostacoli di tipo attuativo e procedurale. Il nuovo allegato – più flessibile e di minor impatto burocratico – tiene conto del fatto che le attività svolte dai volontari di protezione civile sono molto diversificate e individua una serie di azioni per accrescere la consapevolezza rispetto alla salute e alla cura personale del volontario. Inoltre, rispetto al precedente, è più in linea con l’attuale gestione dei Livelli essenziali di assistenza sanitaria (Lea) e maggiormente integrato nel complessivo percorso di tutela della salute del cittadino-volontario.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 23 Gennaio 2014 alle 12:36:18

Etna: avviso di criticità elevata per l’area sommitale del vulcano

Il Centro Funzionale Centrale continua nell’attività di vigilanza attraverso i Centri di Competenza

fonte: DPC

Dalle 5.30 di ieri, 22 gennaio, le reti di monitoraggio dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato una debole attività stromboliana al Nuovo Cratere di Sud Est dell’Etna, accompagnata da sporadiche emissioni di cenere che si sono disperse nell’intorno del cratere stesso. Dalla mezzanotte di oggi, 23 gennaio, le telecamere di sorveglianza hanno evidenziato la presenza di una colata lavica, emessa da una bocca che si trova sul fianco orientale del Nuovo Cratere di Sud Est. La colata fluisce lentamente nella Valle del Bove, senza essere accompagnata da attività esplosiva particolarmente intensa.  Attualmente, non è in corso una significativa emissione di cenere vulcanica in atmosfera.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 21 Novembre 2013 alle 11:07:17

Emergenza maltempo in Sardegna: nominato il Commissario delegato

Si chiudono le attività del Comitato Operativo, riunito in seduta permanente dal 18 novembre.Aggiornamento delle 22.00 del 20.11.13

fonte: DPC

È stata firmata oggi l’ordinanza che nomina il Direttore generale della protezione civile della Regione Sardegna, Giorgio Onorato Cicalò, Commissario delegato per fronteggiare gli eccezionali eventi meteorologici in Sardegna. Compito del Commissario è assicurare l’assistenza alla popolazione colpita e il rientro tempestivo nelle proprie abitazioni, realizzare gli interventi provvisionali urgenti e avviare la ricognizione dei danni. Con la nomina del Commissario delegato per l’emergenza e in assenza di richieste di concorso di risorse nazionali, si chiudono le attività del Comitato Operativo riunito in seduta permanente dal 18 novembre per seguire la grave situazione di maltempo. Rimane comunque costante l’attenzione sulle situazioni non ancora risolte e il raccordo tra il Dipartimento e i territori coinvolti fino al rientro delle criticità.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 20 Novembre 2013 alle 08:25:12

Maltempo in Sardegna: gli aggiornamenti dal territorio

Continuano le attività di assistenza alla popolazione. Sono circa 1700 gli evacuati, 46 i feriti

fonte: DPC

 Aggiornamento delle 22.30

L’intero sistema di protezione civile della Regione Sardegna è al lavoro per gestire la grave situazione di emergenza causata dall’ondata di maltempo che ha colpito l’isola dalla giornata di ieri, provocando morti e feriti. Al momento non ci sono richieste da parte della Regione per l’attivazione di risorse dal continente. Sono 16 le vittime accertate. Sospese in serata le ricerche della persona dispersa nel comune di Onanì (Nu), che riprenderanno domani mattina. I feriti sono 46, tra i quali si contano tre codici rossi. Le persone evacuate, tra le province di Nuoro, Olbia e Oristano, sono circa 1650. A queste si aggiungono 60 ulteriori evacuati in via preventiva in tarda serata nel comune di Solarussa, in provincia di Oristano. La popolazione è stata accolta in strutture comunali, centri di accoglienza e alberghi o ha cercato autonomamente una sistemazione alternativa da amici e parenti.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 19 Novembre 2013 alle 11:56:27

Maltempo in Sardegna: aggiornamenti dal Comitato Operativo

Gravi danni nelle province di Olbia e Nuoro, elevato il numero delle vittime e centinaia le persone sfollate

fonte: DPC

Si è riunito di nuovo stamattina alle 7.00 e alle 8.30 il Comitato Operativo convocato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile per seguire la grave situazione di maltempo che sta interessando la Regione Sardegna e coordinare gli interventi del Servizio Nazionale della Protezione Civile. In collegamento con la sede di Roma del Dipartimento, la Regione Sardegna e la Regione Friuli-Venezia Giulia, in rappresentanza di tutti gli altri sistemi regionali di protezione civile. La prima riunione del Comitato Operativo è stata ieri sera alle 22.00. Il Capo Dipartimento, Franco Gabrielli, ha raggiunto questa mattina i luoghi colpiti dal maltempo per fare un punto sulla situazione in corso con i rappresentanti delle istituzioni e strutture operative locali. Il Capo Dipartimento farà poi un sorvolo su Olbia, il comune di Torpé e le due dighe di Maccheronis nel comune di Torpé e sul fiume Cedrino per poi recarsi al Ccs – Centro di coordinamento soccorsi di Olbia.È stato annunciato che sarà dichiarato nel Consiglio dei Ministri delle 10.00 lo stato di emergenza per la grave situazione di maltempo che ha colpito la Sardegna.

Protezione Civile » Comunicati Ufficiali, 12 Novembre 2013 alle 09:36:11

In vigore i nuovi criteri generali per la concessione di contributi al volontariato 2013-2015

Pubblicato nella G.U. n. 261 del 7 novembre il comunicato sui nuovi criteri per i contributi al volontariato

fonte: DPC

Il 17 ottobre in Conferenza Unificata sono stati approvati i criteri generali per la concessione dei contributi per il potenziamento della capacità operativa delle organizzazioni di volontariato di protezione civile, validi per il triennio 2013-2015. Per la predisposizione dei nuovi criteri si è tenuto conto delle importanti novità degli ultimi anni e, in particolare:
- l’applicazione delle norme sulla tutela della salute e della sicurezza dei volontari di protezione civile, in attuazione di quanto previsto dall’art. 3, comma 3-bis, del D. Lgs. N. 81/2008; 
- la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 novembre 2012 sugli indirizzi operativi per assicurare l’unitaria partecipazione delle organizzazioni di volontariato alle attività di protezione civile sul territorio nazionale. 

pagina 1 di 7 successive